Certificazioni

Nella filiera i germogli della genuinità, in tutta sicurezza

Certificazione di qualità: ISO 22000:2005 e SA8000:2008

Il Covalpa Abruzzo è stata una tra le prime realtà agro-industriali italiane ad ottenere la Certificazione di qualità sin dal 1998, specificatamente per la produzione di prodotti orticoli surgelati, fiocco di patate e patate surgelate naturali e pre-fritte. Ad oggi il Covalpa Abruzzo detiene le certificazioni ISO 22000:2005 e SA8000:2008.

 

Controllo biologico - Produzione integrata certificata

(operatore controllato N. 7418) Un altro importante riconoscimento da noi ottenuto è quello della certificazione per la trasformazione dei prodotti biologici. Il sistema di controllo delle produzioni integrate e biologiche viene garantito dall’ente certificatore CCPB. I piani di controllo sulla filiera produttiva sono estesi anche alla valutazione dei valori nutrizionali dei prodotti. (www.ccpb.it)

 

Certificato di partecipazione al programmi per analisi ambientali Aquacheck.

Certificato di partecipazione al programmi per analisi ambientali Aquacheck: analisi chimica di acque potabili, acque di scarico, fanghi, sedimenti e del suolo. LGC Standards Proficiency Testing, una divisione di LGC, è a livello internazionale uno dei principali provider di circuiti di valutazione esterna di qualità, a cui partecipano oltre 5000 laboratori di tutto il mondo. LGC Standards Proficiency Testing ha più di vent’anni di esperienza in tutti gli aspetti inerenti la fornitura di proficiency testing rivolti ai laboratori di analisi chimiche e microbiologiche. (www.lgcstandards.com)

 

Sistema di Qualità UNAPA

Il Covalpa Abruzzo, tramite la AMPP, aderisce al Sistema di Qualità UNAPA e con questo marchio garantisce la qualità delle patate prodotte secondo i criteri previsti nel disciplinare d’uso. (www.unapa.it)
 

 

Certificazioni del Fucino

 

La carota IGP del Fucino

Le particolari condizioni dell’Altopiano del Fucino, sia dal profilo climatico che dal lato delle caratteristiche chimico-fisiche del terreno (la struttura limo-argillosa delle terre; i suoli ricchi di elementi nutritivi quali l’azoto, il fosforo, il potassio; la capacità di ritenzione idrica dei terreni e la risalita idrica delle falde sottostanti; l’escursione termica nel periodo produttivo) permettono alle colture di esprimere il meglio del loro potenziale. È per queste peculiarità che la carota del Fucino – ad altissimo contenuto di vitamine e dal tipico colore arancione vivo – ha ottenuto la denominazione IGP.

  • Teaser